Rione IV - Campo Marzio | Turismo Roma
Vivere Roma, scoprire Roma
Servizi turistici e offerta culturale
060608
Il tuo viaggio su misura

Social Block

You are here

Rione IV - Campo Marzio

Museo dell'Ara Pacis - Ara Pacis Augustae

Il rione Campo Marzio, è situato su una delle zone più antiche di Roma che, fin dall’antichità, fu consacrata al dio Marte e adibita alle esercitazioni militari.

Oggi, è un luogo vivace ed elegante, quasi totalmente dedicato allo shopping e al relax. Qui, infatti, potete dedicarvi allo shopping più sfrenato nei negozi del lusso o sorseggiare un cocktail in alcuni tra gli hotel più fastosi del Centro Storico. Il Rione Campo Marzio comprende strade e piazze come piazza del Popolo, piazza di Spagna, via dei Condotti e Via Margutta, via Borgognona, via del Babuino e via della Croce: un angolo di città tra i più raffinati e ricercati in cui passeggiare tra le boutique e gli atelier dei nomi della moda e degli accessori più famosi al mondo.

Tra i monumenti, i siti archeologici e gli edifici di culto più importanti qui presenti, ricordiamo tra gli altri, luoghi affascinanti e molto conosciuti come il Parco del Pincio, dalla cui terrazza si posso ammirare indimenticabili tramonti, la cinquecentesca Villa Medici, sede dell’Accademia di Francia, e la Casina Valadier, delizioso villino in stile neoclassico situato nel punto più alto di Villa Borghese, la Basilica di Santa Maria del Popolo, uno degli edifici più significativi del Rinascimento romano che ospita opere di Raffaello, Pinturicchio, Bernini e Caravaggio, la Chiesa della Santissima Trinità dei Monti, una delle cinque chiese cattoliche francofone di Roma, il Museo dell’Ara Pacis che ospita l'Ara Pacis Augustae, il monumento che celebra le vittorie di Augusto e simboleggia l'instaurazione della pace nell'Impero Romano dopo circa cento anni di guerre, il Mausoleo di Augusto, la tomba che l’imperatore fece costruire per sé e per la sua famiglia: quarantaquattro metri di altezza e ottantanove di diametro intorno ai quali si trovava un boschetto di pioppi e lauri, dove si poteva passeggiare - come scrisse Goethe - accanto alla "morte immortale".

All'epoca degli Antonini, l’area su cui si estende il rione fu teatro di un enorme boom edilizio che portò alla costruzione di templi, teatri, portici, stadi e terme. Si contarono oltre 2777 insulae e 140 domus patrizie che, ancora oggi, possiamo rintracciare sulla Forma Urbis, la mappa marmorea della città voluta da Settimio Severo agli inizi del III secolo.

Confini: piazzale Flaminio, via Luisa di Savoia, lungotevere Arnaldo da Brescia, lungotevere in Augusta, piazza del Porto di Ripetta, lungotevere Marzio, via del Cancello, via dei Portoghesi, via della Stelletta, piazza Campo Marzio, via degli Uffici del Vicario, via di Campo Marzio, piazza San Lorenzo in Lucina, via Frattina, piazza Mignanelli, via dei Due Macelli, via Capo le Case, via Francesco Crispi, via di Porta Pinciana, viale del Muro Torto.

Lo stemma del rione è una mezza-luna d'argento in campo azzurro.

Ti potrebbe interessare anche

Media gallery

Le tue utility