Piazza dell'Orologio | Turismo Roma
Vivere Roma, scoprire Roma
Servizi turistici e offerta culturale
060608
Il tuo viaggio su misura

Social Block

You are here

Piazza dell'Orologio

Piazza dell'Orologio
Edicola - piazza dell'Orologio

Situata a pochi passi da piazza Navona, la piazza prende il nome dall’orologio della torre del Convento dei Filippini, che qui si affaccia, e che fu costruita da Borromini (1559-1667) tra il 1647 e il 1648: Nella sua sezione concava, posta al di sotto dell'orologio, trova spazio lo splendido mosaico della Madonna della Vallicella, ricavato da un disegno di Pietro da Cortona.

Piazza dell’Orologio, anticamente conosciuta come piazza dei Rigattieri, e poi piazza di Monte Giordano, ospita anche Palazzo Bennicelli edificato per volere di monsignor Virginio Spada, commendatore del Banco di Santo Spirito. Monsignor Spada intendeva destinarlo a sede del banco, ma la collocazione era considerata non adeguata dai ministri dell'istituto bancario, che la ritenevano geograficamente troppo al di fuori del consueto circuito degli affari.
Comunque, i lavori iniziarono nel 1660 e vennero affidati a Francesco Borromini.

Nel 1662, alla morte di Virginio Spada, i ministri del banco spostarono la  nuova sede del banco nell'edificio che ancora oggi è conosciuto come Banco di Santo Spirito. Uno degli erede del Monsignore, il marchese Orazio Spada, acquistò il palazzo incompiuto per una somma cospicua e fece ultimare i lavori da Borromini.

A fine ‘800, il palazzo fu acquistato dai Conti Bennicelli dei quali porta il nome, che ne affidarono il restauro al famoso architetto Gaetano Koch. Questi conferì al palazzo il suo aspetto attuale, trasformandone in chiave moderna, per l’epoca, la facciata secentesca di Borromini.

Palazzo Bennicelli, però, è conosciuto soprattutto perché fu la dimora del Conte Adriano Bennicelli, meglio noto come Conte Tacchia, nome che gli derivava dall’attività della famiglia che commerciava legnami. In dialetto romanesco, la tacchia è una scheggia di legno. Il Conte era famoso per la sua eleganza, per il suo modo di vivere oroginale e per il comportamento spensierato. A tramandarne la sua fama fino a noi ha contribuito anche il film del 1982 di Sergio Corbucci, Il Conte Tacchia, che ne racconta le gesta attraverso la brillante interpretazione di Enrico Montesano.
Il conte era solito percorrere i vicoli e le piazze del Centro storico a bordo di carrozze trainate da 2 o 4 cavalli, ma bisognava essere pronti a fargli strada, altrimenti volavano schiaffoni e parolacce, a cui spesso facevano seguito liti e denunce.

Un baldacchino con frange e pendagli all’angolo dell’edificio tra piazza dell’Orologio e via del Governo Vecchio, sovrasta una pregevole Madonna con il Bambino benedicente, affresco del  1756 del pittore Antonio Bicchierai, la cui elaborata cornice di stucco è, invece, attribuita allo scultore Tommaso Righi.

Informazioni

Indirizzo 
POINT (12.468296 41.899162)
Share Condividi

Location

Piazza dell'Orologio, Piazza dell'Orologio
Piazza dell'Orologio
41° 53' 56.9832" N, 12° 28' 5.8656" E

Per conoscere tutti servizi sull'accessibilità visita la sezione Roma accessibile.

Media gallery

Media gallery
Edicola - piazza dell'Orologio

Node Json Map Block

Mappa interattiva

Scegli eventi e i servizi nelle vicinanze

Le tue utility