Villa Carpegna | Turismo Roma
Vivere Roma, scoprire Roma
Servizi turistici e offerta culturale
060608
Il tuo viaggio su misura

Social Block

You are here

Villa Carpegna

Villa Carpegna

Nel cuore del quartiere Aurelio sorge Villa Carpegna, le cui origini risalgono alla fine del Seicento e si legano all’antica famiglia originaria di Montefeltro da cui prende il nome. Nel 1684, il ricco e potente cardinale Gaspare Carpegna acquistò una vigna nei pressi di alcuni terreni già appartenenti alla famiglia; qui, qualche anno dopo, fece edificare il Casino Nobile e un meraviglioso Ninfeo, su progetto di Giovanni Antonio de Rossi – suo architetto di fiducia.

Appassionato collezionista, il cardinale custodiva nel Casino, sua residenza di delizie e di rappresentanza, una pregevole collezione di sculture antiche e monete. Alla sua morte, le raccolte passarono ai Musei Vaticani, mentre la biblioteca venne alienata.

La villa fu rinnovata nell’Ottocento, quando fu acquistata dalla famiglia Falconieri. Il Casino fu restaurato e vennero realizzati un delizioso salottino dipinto in stile pompeiano, al piano terra, e un edificio di servizio, un casale ad uso tinello. Agli inizi del Novecento, la proprietà passò alla baronessa olandese Caterina von Scheyns, che la rese un vero e proprio salotto internazionale. La nobildonna fece eseguire importanti modifiche: i prospetti furono dipinti di rosso e ornati da motivi floreali bianchi di gusto liberty, l’ingresso decorato con un pavimento musivo e una decorazione a tempera con immagini vegetali e il casale ottocentesco fu ampliato e trasformato in una vera e propria dependance.

Il settecentesco Casino Nobile, a pianta rettangolare, fu probabilmente ampliato e ricostruito su un edificio precedente del XVI secolo. È costituito da un corpo centrale con un grande ingresso ad arco e da due ali laterali simmetriche, coronate da due torrette. Al suo interno, la galleria al primo piano presenta magnifici affreschi raffiguranti le tenute dei Carpegna nel Montefeltro, opera di Pier Francesco Garoli, “maestro perpetuo nella prospettiva” dell’Accademia di San Luca.

A sinistra del Casino si apre un ampio prato, mentre, alle spalle, si estende il rigoglioso parco di querce e pini che racchiude il giardino. Qui, un viale pavimentato, attraverso un sistema di fontane, conduce al belvedere sovrastante il monumentale Ninfeo. Detta “Grotta dell’Asino”, si tratta di una costruzione con loggetta, ai cui lati salgono due scalinate di forma barocca, con ingresso ad arco, ornato da piccoli ciottoli piatti e roccette di tufo, da cui si accede in una camera con volta a croce. 

Acquistata nel 1978 dal Comune di Roma, oggi Villa Carpegna è uno splendido parco pubblico; attualmente, il Casino Nobile è sede della Quadriennale di Roma, una delle più prestigiose istituzioni d’arte contemporanea del Novecento. Il Casale ottocentesco ospita l’Archivio Biblioteca della Quadriennale.

Foto: Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali

Informazioni

Indirizzo 
POINT (12.429564 41.895394)
Orari 

Aperto dall'alba al tramonto

Contatti 
Sito web: 
www.sovraintendenzaroma.it/i_luoghi/ville_e_parchi_storici/ville_dei_nobili/villa_carpegna
Servizi 
Area gioco attrezzata per bambini
Area gioco cani
Campi bocce
Share Condividi

Location

Villa Carpegna, Piazza di Villa Carpegna
Piazza di Villa Carpegna
41° 53' 43.4184" N, 12° 25' 46.4304" E

Per conoscere tutti servizi sull'accessibilità visita la sezione Roma accessibile.

Media gallery

Node Json Map Block

Mappa interattiva

Scegli eventi e i servizi nelle vicinanze

Le tue utility