Musja | Turismo Roma
Vivere Roma, scoprire Roma
Servizi turistici e offerta culturale
060608
Il tuo viaggio su misura

Social Block

You are here

Musja

Musja

Nato nel 2017 come laboratorio di sperimentazione multidisciplinare per iniziativa di Ovidio Jacorossi, imprenditore e collezionista romano con il nome Musia, dall’autunno di quest’anno si trasforma in museo privato e diventa Musja, ovvero Museo Jacorossi, con l’obiettivo di offrire al pubblico un articolato programma artistico e culturale e uno spazio interamente dedicato all’arte contemporanea.

L’edificio che ospita il Musja, in pieno centro storico, sorge sulle rovine del Teatro di Pompeo ed è caratterizzato da una stratificazione secolare.

Ideato e realizzato da Ovidio Jacorossi, lo spazio è stato ristrutturato nel 2017 dall’architetto Carlo Iacoponi con un progetto volto a esaltare l’unicità di una struttura di circa 1.000 metri quadrati, preservandone la stratificazione e la presenza di elementi architettonici di epoche diverse dall’età romana al Rinascimento.
Il cortile cinquecentesco, attribuito a Baldassarre Peruzzi, la moderna volta trasparente che attraversa il cortile esaltandone visione d’insieme, i resti di affreschi, capitelli e lesene di epoca romana, che affiorano tra le opere d'arte, instaurano un continuo gioco di rimandi tra il contemporaneo e la storia millenaria di questo luogo, in un dialogo ricco di spunti innovativi.

La vasta raccolta di opere in dotazione al museo consta di dipinti, sculture, fotografie, disegni, modernariato, design. La collezione presenta testimonianze dei movimenti simbolista e divisionista di fine ‘800 e inizi ‘900 fino al Futurismo, con l’Autoritratto di Giacomo Balla tra le opere più significative.
Spazio anche alla Metafisica e al Surrealismo di Giorgio De Chirico e Fabrizio Clerici. Figurano inoltre tra gli autori: Arturo Martini, Mario Sironi e la Scuola Romana con Antonietta Raphäel, Mario Mafai e Corrado Cagli. Ancora, l’Astrattismo di fine anni ’40 e ’50, e gli anni ’60 raccontati attraverso i lavori della nuova Scuola Romana di Piazza del Popolo. Arte Povera e Arte Concettuale hanno tra gli esempi più rappresentativi opere di Pistoletto, di Luciano Fabro e di Gino Paolini. Presenti anche lavori legati al periodo della Transavanguardia e ai Nuovi Figurativi. Centrale nella collezione è poi la generazione di Mario Schifano, Franco Angeli e Tano Festa.

Le opere della collezione saranno esposte a rotazione in occasione di mostre ed eventi, nonché disponibili per iniziative in altri musei nel mondo.

Informazioni

Indirizzo 
POINT (12.474239 41.895402)
Contatti 
Email: 
info@musja.it
Facebook: 
https://www.facebook.com/MusjaMuseo/
Instagram: 
https://www.instagram.com/musjamuseo/
Sito web: 
www.musja.it
Telefono: 
06 68210213
Twitter: 
https://twitter.com/MusjaMuseo
Share Condividi

Location

Musja, Via dei Chiavari, 7/9
Via dei Chiavari, 7/9
41° 53' 43.4472" N, 12° 28' 27.2604" E

Media gallery

Node Json Map Block

Mappa interattiva

Scegli eventi e i servizi nelle vicinanze

Le tue utility