Giardini della Landriana | Turismo Roma
Vivere Roma, scoprire Roma
Servizi turistici e offerta culturale
060608
Il tuo viaggio su misura

Social Block

You are here

Giardini della Landriana

I Giardini della Landriana si estendono per oltre 10 ettari all’interno di una grande tenuta sul litorale laziale, presso Tor San Lorenzo ad Ardea (Via Campo di Carne, 51) a 35 km a sud di Roma. La caratteristica del giardino è di essere diviso in “stanze” ognuna delle quali vanta una particolare caratteristica botanica che la rende unica come ad esempio la valle delle rose antiche con il lago, il giardino degli aranci, il viale bianco, il giardino degli ulivi, il prato blu, la vasca spagnola e molte altre da scoprire durante una piacevole visita guidata.

Cenni storici
Tutto ebbe inizio nel 1956, quando il Marchese Gallarati-Scotti e sua moglie, Lavinia Taverna, decisero di acquistare, ad un'asta giudiziaria, una proprietà rurale situata nei pressi di Ardea, sulla costa Laziale, a poche decine di chilometri dalla città di Roma. La proprietà fu chiamata la Landriana, in omaggio ad uno dei nomi della famiglia Taverna. Al momento dell'acquisto, però, il terreno era completamente spoglio, non vi erano alberi né arbusti. Il giardino nacque quasi per caso: l'intenzione originale fu quella di piantare degli alberi, soprattutto pini ed eucalipti, per fare un po' di ombra al casale e per frenare i venti che, fortissimi, soffiavano dal mare che distava solo quattro chilometri. Questa fase di entusiasmo proseguì per diversi anni, fino a quando Lavinia si rese conto che il suo non era un giardino, ma un insieme di piante privo di una struttura e di uno specifico disegno. Fu allora che Russell Page arrivò alla Landriana (nel 1967) e comprese subito che avrebbe dovuto dare al giardino una struttura molto forte e ben disegnata. Page suddivise il grande giardino in spazi circoscritti dal disegno fortemente geometrico sottolineato da siepi e vialetti. Per la zona immediatamente adiacente la casa egli disegnò una pergola da addossare al casale, un piccolo giardino con una vasca vicino alla sala da pranzo (rimasto immutato), ed una grande bordura di piante grigie.

Poco più in là progettò un roseto formale (oggi Giardino degli aranci), un giardino per le collezioni (oggi Giardino degli ulivi) ed un rock garden. Seguendo il consiglio di Page la Marchesa disegnò lungo il fianco della collina una scalinata rettilinea (l'attuale Viale Bianco) che scendesse nella zona inferiore, creò un lago artificiale, continuò a disegnare giardini. La terza fase nella storia della Landriana risale all'inizio degli anni Ottanta. Sparirono i colori più sgargianti e le piante più dichiaratamente esotiche. Fu così che nacquero alcuni fra i giardini più noti e riusciti, quali la Valle delle rose, il Viale bianco, il Giardino degli ulivi. La fase più recente della vita del giardino risale a pochi anni fa ed è caratterizzata dalla volontà di proiettarsi verso l'esterno, sia in senso metaforico, con l'apertura dei giardini al pubblico e l'organizzazione della fiera di giardinaggio, sia in senso letterale. Infatti, a metà degli anni Novanta, la bordura grigia di Page, ormai soffocata dai pini sovrastanti che erano cresciuti moltissimo, languiva. Lavinia decise di trasferirla oltre la recinzione del giardino, in un'area completamente dedicata a un vecchio frutteto. Nacque così il nuovo giardino grigio che, insieme al Prato blu ed al Grande prato delle mostre "Primavera ed Autunno alla Landriana", segna un ritorno al mondo assolato del Mediterraneo nel resto del giardino ormai filtrato, e quasi esorcizzato, dall’ombra dei grandi alberi.
E’ in corso di realizzazione, inoltre, una ampliamento di circa 25 ettari del giardino esistente: questa nuova zona a parco, è progettata dal noto paesaggista Prof. Ippolito Pizzetti.

Nel giardino si organizzano:
- Visite guidate per privati, gruppi e scolaresche (con abbinato un laboratorio di educazione ambientale);
- Pranzi o brunch (su prenotazione) prima o dopo la visita guidata;
- Ricevimenti (matrimoni, colazioni, cene ecc.);
- Mostre mercato di giardinaggio in aprile ed ottobre, mostre di arredamento e complemento di arredo in maggio;

Il servizio di ristorazione è curato personalmente da Stefanina Aldobrandini ed è su prenotazione.

A disposizione del pubblico parcheggio gratuito, un punto di ristoro coperto con barbacue, bar, tavolini anche all’aperto.

Come raggiungere la Landriana:
In auto: da Roma (zona Eur) o da Latina prendere la Pontina uscita Ardea e proseguire per Tor San Lorenzo
In treno: linea ferroviaria Roma/Nettuno stazione di Campo di Carne.

Informazioni

Orari 

Le visite di gruppo e scolastiche (anche con possibilità di pranzo) possono essere concordate tutti i giorni della settimana previo richiesta via mail a: visite@landriana.com o con accordo telefonico 333 2266855 – 06 91014140 (per maggiori informazioni consulta nel sito le sezioni “Scuole” o “Gruppi”).
https://www.landriana.com/progetto-scuole/     https://www.landriana.com/gruppi/
___________________________________________________________________

Calendario aperture 2019 https://www.landriana.com/calendario-aperture/
Il giardino è aperto al pubblico da domenica 31 marzo a venerdì 1° novembre in alcuni sabati, domeniche e giorni festivi (consultare il calendario successivo).

Nelle giornate di apertura, l'ingresso è senza prenotazione (esclusi i gruppi con almeno 10 persone e le scuole) ed è regolato con visite guidate (della durata di circa un’ora) con partenze all'orario indicato. Nei giorni in cui si svolgeranno le mostre mercato, il giardino è comunque visitabile durante tutta la giornata con gruppi che partono a seconda dell'affluenza.

Calendario aperture 2019

1ª giornata di apertura: domenica 31 marzo
Le visite guidate partono alle ore 10.30 - 12.00 - 15.00 - 16.30

APRILE
domenica 7, 14, 28 aprile 2019 (Pasqua esclusa) con visite alle ore 10.30 - 12.00 - 15.00 - 16.30
+ Festivi:
Pasquetta 22 aprile 2019 con visite alle ore 10.30 - 12.00 - 15.00 - 16.30

25 - 26 - 27 - 28 Aprile 2019 dalle ore 10.00 alle ore 19.00
Primavera alla Landriana  24ª edizione della Mostra mercato del giardinaggio di qualità (piante insolite e rare, alberi, fiori, bulbi, attrezzi, vasi, libri, arredamento da giardino e complemento d'arredo......)
Piante insolite e rare, alberi, fiori, bulbi, attrezzi da giardinaggio, vasi, libri, complemento da giardino... La mostra con i suoi numerosi espositori italiani e stranieri presenta le eccellenze del settore ed anche alcuni esclusivi articoli pensati per il country life.
Ampio spazio ai momenti divulgativi grazie alla presenza di esperti che forniranno ai visitatori informazioni e spunti utili per affermare, attraverso le diverse attività seminariali, la cultura del verde.  Per i dettagli consulta la sezione "Eventi" del sito www.landriana.com

MAGGIO
Tutti i sabati (4 - 11 - 18 - 25 maggio 2019) con visite alle ore 10.30 - 12.00 - 15.00 - 16.30
Tutte le domeniche e festivi (1 - 5 - 12 - 19 - 26 maggio 2019) con visite alle ore 10.30 - 12.00 - 15.00 – 16.30

GIUGNO
Domenica 2 giugno 2019
e Domenica 9 giugno 2019 con visite alle ore 10.30 e 12.00

LUGLIO
Sabato 6 Luglio 2019
con visita alle 19.00
Domenica 7 Luglio 2019  con visite alle 10.30 e alle 12.00

AGOSTO Chiuso

SETTEMBRE
Domenica 8 - 15 - 22 settembre 2019
con visite alle 10.30 e 12.00

OTTOBRE
Week end 4 - 5 - 6 ottobre 2019
 Orario di apertura: dalle 10.00 alle 18.00.
Autunno alla Landriana 18ª edizione
Mostra mercato del giardinaggio di qualità in veste autunnale (piante insolite e rare, alberi, fiori, bulbi, attrezzi, vasi, libri, arredamento da giardino e complemento d'arredo......) 
Per i dettagli consulta la sezione “Eventi”

Domenica 13 ottobre 2019 con visite alle 10.30 e 12.00

NOVEMBRE
Venerdì 1°
novembre 2019 con visite alle ore 10.30 e 12.00

Contatti 
Email: 
visite@landriana.com per info su visite guidate // per info espositori: info@landriana.com
Prenotazione telefonica: 
visite di gruppo e scolastiche: 06 91014140 - 333 2266855
Sito web: 
https://www.landriana.com
Telefono: 
333 2266855 - 06 91014140 per informazioni generali sulle mostre e sulle aperture dei giardini
Share Condividi

Media gallery

Node Json Map Block

Le tue utility