Chiesa di Santa Maria d'Itria od Odigitria dei Siciliani | Turismo Roma
Vivere Roma, scoprire Roma
Servizi turistici e offerta culturale
060608
Il tuo viaggio su misura

Social Block

You are here

Chiesa di Santa Maria d'Itria od Odigitria dei Siciliani

Chiesa di Santa Maria d'Itria od Odigitria dei Siciliani

Incastonata e quasi mimetizzata tra due palazzi al punto da passare spesso inosservata, la piccola chiesa su via del Tritone, nel Rione Colonna, inizia la sua storia nel 1593, quando un gruppo di siciliani presenti a Roma si riunisce nella Confraternita di Santa Maria Odigitria, detta inizialmente d’Itria, ottenendo poi l’anno successivo da papa Clemente VIII l’autorizzazione a costruire una sede del proprio sodalizio, con annessi un ospizio per i pellegrini e un collegio per accogliere i giovani studenti venuti dalla Sicilia. L’edificio fu solennemente aperto al culto il 15 agosto 1596. L’intero complesso fu però saccheggiato e devastato durante l’occupazione francese a Roma, tra il 1798 e il 1814: nel 1817 la confraternita fece quindi ricostruire la chiesa su progetto dell’architetto Francesco Manno. La semplice e sobria facciata fu completata alla fine dell’Ottocento da Giuseppe Palazzi.

Il termine “Odigitria” significa “colei che indica la via” e ha radici lontane. Era infatti l’appellativo dato a un’antica icona di Maria Vergine che la moglie dell’imperatore Teodosio II avrebbe ritrovato a Gerusalemme e portato a Costantinopoli, divenendo ben presto uno dei maggiori oggetti di culto. Considerata la protettrice, la “conduttrice”, la “guida” della città e di tutto l’impero d’Oriente, veniva portata in solenni processioni e invocata dai condottieri dell’esercito imperiale prima di marciare contro i Turchi. L’icona andò persa con la caduta di Costantinopoli nel 1453 ma il suo culto non cessò di diffondersi, soprattutto in Sicilia, regione di cui è patrona.

La chiesa, immersa in una luce soffusa che la rende particolarmente suggestiva, ha un’unica navata e quattro cappelle con dipinti del XX secolo che rappresentano Santa Lucia, Sant’Agata, Santa Rosalia e i papi Leone II, Agatone e Metodio. L’altare maggiore ospita una copia della venerata icona bizantina, inserita in una pregevole cornice a raggiera in legno dorato. Nell’oratorio annesso alla chiesa, un affresco settecentesco di Gaetano Sottino raffigura Santa Rosalia.

Informazioni

Indirizzo 
POINT (12.485998 41.902929)
Orari 

Per gli orari delle messe e le modalità di visita rivolgersi ai contatti indicati.

Contatti 
Email: 
chiesaodigitria@odigitria.org
Sito web: 
www.odigitria.org
Telefono: 
06 4885872 - 06 47822976
Share Condividi

Location

Chiesa Santa Maria d'Itria od Odigitria dei Siciliani, Via del Tritone, 82
Via del Tritone, 82
41° 54' 10.5444" N, 12° 29' 9.5928" E

Per conoscere tutti servizi sull'accessibilità visita la sezione Roma accessibile.

Media gallery

Node Json Map Block

Mappa interattiva

Scegli eventi e i servizi nelle vicinanze

Le tue utility