Romaeuropa Festival - 36esima edizione | Turismo Roma
Vivere Roma, scoprire Roma
Servizi turistici e offerta culturale
060608
Il tuo viaggio su misura

Social Block

You are here

Romaeuropa Festival - 36esima edizione

86 progetti e più di 500 artisti provenienti da 15 diversi Paesi per esplorare il nostro nuovo presente, la sua complessità, le sue fragilità e le sue contraddizioni. La 36esima edizione del Romaeuropa Festival coinvolge più spazi della Capitale (tra cui l’Auditorium Parco della Musica, il MAXXI, il Mattatoio e i teatri Argentina, India, Vascello e Vittoria) e presenta uno dei programmi più ricchi di sempre, tra musica, teatro, danza, nuovo circo, arti digitali e appuntamenti per l’infanzia.

L’inaugurazione del festival alla Cavea dell’Auditorium è nel segno della leggerezza e della festa con Möbius del collettivo di acrobati XY, una coreografia vorticosa ispirata al volo degli storni. Oltre agli appuntamenti del nuovo Festival di Film di Villa Medici, la prima settimana del festival ospita nomi importanti della scena internazionale, dal danzatore e coreografo Israel Galván all’acclamato compositore britannico Max Richter per il primo dei tanti appuntamenti musicali. 

Per il teatro, lo spettacolo Pieces of a Woman di Kata Wéber al Teatro Argentina dà il via a una fitta programmazione che include, per esempio, la prima regia teatrale di Gus Van Sant. Sul versante italiano, in scena tra gli altri Ascanio Celestini, che apre le celebrazioni per il centenario dalla nascita di Pierpaolo Pasolini. La scena teatrale emergente è al centro della rassegna Anni Luce e delle sue due sezioni Powered By REf e Situazione Drammatica, dedicate rispettivamente agli artisti under 30 e alla nuova drammaturgia.

Dialogo con la musica, contaminazione culturale e multidisciplinarità sono i tratti distintivi degli appuntamenti di danza, dalla Sagra della Primavera rivisitata dalla coreografa sud-africana Dada Masilo alle storie delle danzatrici di diversa nazionalità di Dorothée Munyaneza. Dialogano con la musica anche il coreografo statunitense Trajal Harrell con la sua nuova pièce The Köln Concert e Claudia Castellucci (Societas) che porta sul palco la sua compagnia di ballo Mòra insieme ai Cantori del Coro Bizantino di musicAeterna di San Pietroburgo. Dedicata all’identità di una nuova generazione europea di danzatori è la sezione Dancing Days: tra gli eventi, Funny Soft Happy & The Opposite di Connor Schumacher, uno dei più promettenti coreografi europei, e Inferno, il nuovo spettacolo di Roberto Castello.

L’Akram Khan Dance Company apre con Chotto Xenos la nuova edizione di Ref Kids & Family, un invito giocoso a tornare ai luoghi magici del teatro in una dimensione ludica e accogliente. In programma anche la compagnia di nuovo circo Finzi Pasca, Teatro del Carretto con lo storico spettacolo Biancaneve e Oorkaan/Percossa con lo spettacolo di teatro musicale The Box Brothers.

Grande protagonista del festival è naturalmente anche la musica. I linguaggi e le nuove tendenze del pop italiano sono al centro delle rassegne Line Up! (che porta all’Auditorium Parco della Musica alcune delle proposte femminili più interessanti) e Le parole delle canzoni, un ciclo di dialoghi tra musicisti e scrittori presentato per la prima volta al Romaeuropa Festival. La sezione Digitalive torna invece a indagare le culture digitali e ci porta tra le sonorità sperimentali di artisti come Not Waving, Colin Benders e Marta De Pascalis. Tra palcoscenico reale e virtuale, Digitalive presenta anche lo spettacolo Così è (o mi pare) - Pirandello in VR firmato da Elio Germano e Omar Rashid. Tra i tanti appuntamenti musicali, anche gli omaggi al compositore fiorentino Sylvano Bussotti e al Maestro Ezio Bosso, l’Omaggio a Piazzolla con Richard Galliano e gli Archi e il Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, e Buddha Passion di Tan Dun insieme con l’Orchestra, il Coro e il Coro di Voci Bianche dell’Accademia.

Nel segno della musica è anche il Gran Finale articolato in due giorni: il sabato, a riempire la scena sono il giovane compositore Vittorio Montalti, Edison studio, Francesco Bertolini, Adolfo Padovan, Giuseppe De Liguoro, oltre ad Alva Noto in dialogo con  Anne James-Chaton. La domenica, chiudono in bellezza il festival le musiche di Steve Reich, e le immagini video del pittore tedesco Gerhard Richter.

Informazioni

Quando 
dal 14 Settembre 2021 al 21 Novembre 2021
POINT (12.4751908 41.9291165)
Contatti 
Email: 
info@musicaperroma.it
Facebook: 
www.facebook.com/Romaeuropa
Sito web: 
http://www.auditorium.com/rassegna/romaeuropa_festival-24389.html
Sito web: 
https://romaeuropa.net
Telefono: 
0039 06 80241281
Twitter: 
www.twitter.com/Romaeuropa
YouTube: 
www.youtube.com/user/reuropa
Share Condividi

Location

Romaeuropa Festival, Viale Pietro De Coubertin, 30
Viale Pietro De Coubertin, 30
41° 55' 44.8212" N, 12° 28' 30.6876" E

Media gallery

Node Json Map Block

Mappa interattiva

Scegli eventi e i servizi nelle vicinanze

Le tue utility