L’Arte Ritrovata | Turismo Roma
Vivere Roma, scoprire Roma
Servizi turistici e offerta culturale
060608
Il tuo viaggio su misura

Social Block

You are here

L’Arte Ritrovata

 L’ARTE RITROVATA
 “L’ARTE RITROVATA – L’impegno dell’Arma dei Carabinieri per il recupero e la salvaguardia del nostro Patrimonio Culturale”
 “L’ARTE RITROVATA – L’impegno dell’Arma dei Carabinieri per il recupero e la salvaguardia del nostro Patrimonio Culturale”
 “L’ARTE RITROVATA – L’impegno dell’Arma dei Carabinieri per il recupero e la salvaguardia del nostro Patrimonio Culturale”
 “L’ARTE RITROVATA – L’impegno dell’Arma dei Carabinieri per il recupero e la salvaguardia del nostro Patrimonio Culturale”
 “L’ARTE RITROVATA – L’impegno dell’Arma dei Carabinieri per il recupero e la salvaguardia del nostro Patrimonio Culturale”
 “L’ARTE RITROVATA – L’impegno dell’Arma dei Carabinieri per il recupero e la salvaguardia del nostro Patrimonio Culturale”
 “L’ARTE RITROVATA – L’impegno dell’Arma dei Carabinieri per il recupero e la salvaguardia del nostro Patrimonio Culturale”
 “L’ARTE RITROVATA – L’impegno dell’Arma dei Carabinieri per il recupero e la salvaguardia del nostro Patrimonio Culturale”
 “L’ARTE RITROVATA – L’impegno dell’Arma dei Carabinieri per il recupero e la salvaguardia del nostro Patrimonio Culturale”
 “L’ARTE RITROVATA – L’impegno dell’Arma dei Carabinieri per il recupero e la salvaguardia del nostro Patrimonio Culturale”
 “L’ARTE RITROVATA – L’impegno dell’Arma dei Carabinieri per il recupero e la salvaguardia del nostro Patrimonio Culturale”

In occasione del cinquantennale di istituzione del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale (TPC), fino al 26 gennaio 2020, le Sale Terrene del Palazzo dei Conservatori, Musei Capitolini, ospitano la mostra “L’ARTE RITROVATA – L’impegno dell’Arma dei Carabinieri per il recupero e la salvaguardia del nostro Patrimonio Culturale”.

Un viaggio in circa 30 opere di estrema qualità, messe insieme per la prima volta e ora custodite presso i depositi di importanti musei italiani o restituiti alle proprie sedi originarie, a testimonianza del prezioso lavoro dell’Arma dei Carabinieri.

Dipinti, ceramiche, frammenti di affreschi, rilievi, sculture, bronzetti, databili in un arco di tempo che va dall’VIII secolo a.C., con reperti di età greca, etrusca e romana, fino all’età moderna, con alcune pitture rinascimentali e barocche. Ognuno con la propria storia di furto, di scavo o d’esportazione illecita, e soprattutto di recupero, per tornare a essere patrimonio di ogni cittadino.

L’Arma, nei suoi cinquant’anni di attività a tutela del nostro patrimonio artistico, ha sottratto dalle mani di personaggi senza scrupoli, quasi due milioni di beni archeologici e artistico-storici, dai piccoli oggetti devozionali ai grandi e irripetibili capolavori oggi “riportati a casa”, grazie all’attività di contrasto alla razzia subita nell’ultimo trentennio portata avanti mediante un deciso monitoraggio del territorio che ha portato al sequestro di moltissimi reperti; una quantità tuttavia esigua rispetto al numero complessivo di opere depredate.

Le opere provengono da sequestri a grandi ricettatori o collezionisti, inseriti nella ramificata trama del commercio internazionale che ha alimentato anche prestigiose collezioni di musei stranieri.

Curiosa la vicenda del collezionista giapponese con base a Ginevra Noriyoshi Horiuchi, al quale sono stati sequestrati circa 347 reperti d’arte etrusca, preromana e magnogreca, alcuni dei quali sono ora esposti al pubblico.

Una sezione speciale è dedicata a una delle più importanti operazioni condotte dal TPC negli ultimi anni, “l’operazione Andromeda”, grazie alla quale straordinarie opere sono state restituite alla comunità.

Si potranno ammirare anche tre dei cinque dipinti rubati nel 1999 proprio dalle collezioni dei Musei Capitolini e recuperati nello stesso anno a Latina, il San Giovanni Battista del Guercino, la Sacra Famiglia con i Santi Francesco e Caterina d’Alessandria di Ludovico Carracci e l’Adorazione dei Magi di Benvenuto Tisi, detto il Garofalo. Di notevole pregio anche la preziosa scultura raffigurante Artemide marciante di età augustea, oggetto di scavo clandestino nell’area di Caserta e recuperata al termine di complesse indagini nel 2001, quando stava per essere trasportata all’estero per essere venduta a un noto museo; in un confronto all’americana, si contrappongono all’Artemide marciante le anti-Artemide moderne, ossia tre copie in marmo e gesso dell’originale realizzate dai trafficanti per sviare le indagini dei Carabinieri. Seguono importanti affreschi indebitamente strappati da una villa romana rimasta ancora sconosciuta presso Pompei, dallo stile affine alle stanze dipinte della Villa imperiale di Poppea a Oplontis, alcuni esportati in Svizzera e altri negli Stati Uniti (al J. Paul Getty Museum e al Metropolitan Museum of Art di New York). Da anni questi due musei statunitensi sono al centro dell’interesse dei Carabinieri TPC perché troppe opere d’arte italiana sono giunte nelle due istituzioni in circostanze poco chiare. Le indagini nel corso degli anni hanno portato i due musei a restituire opere eccezionali come il Cratere di Euphronios e la Venere di Morgantina.

Completano la rassegna vasi e bronzi di grande prestigio e bellezza trovati in occasione di scavi clandestini in Puglia, Sicilia ed Etruria.

Ti potrebbe interessare anche

Informazioni

Quando 
dal 7 Giugno 2019 al 26 Gennaio 2020
POINT (12.483342 41.892692)
POINT (12.482526 41.892227)
Contatti 
Sito web: 
www.museicapitolini.org/mostra-evento/l-arte-ritrovata
Orari 

dal 7 giugno 2019 al 26 gennaio 2020
Tutti i giorni ore 9.30 - 19.30 la biglietteria chiude un’ora prima

N.B. Per eventuali aperture e/o chiusure straordinarie consultare la pagina dedicata agli avvisi

Share Condividi

Locations

L’Arte Ritrovata. L’impegno dell’Arma dei Carabinieri per il recupero e la salvaguardia del nostro Patrimonio Culturale, Piazza del Campidoglio, 1
Piazza del Campidoglio, 1
41° 53' 33.6912" N, 12° 29' 0.0312" E
L’Arte Ritrovata. L’impegno dell’Arma dei Carabinieri per il recupero e la salvaguardia del nostro Patrimonio Culturale, Via del Tempio di Giove
Via del Tempio di Giove
41° 53' 32.0172" N, 12° 28' 57.0936" E

Media gallery

Media gallery
 “L’ARTE RITROVATA – L’impegno dell’Arma dei Carabinieri per il recupero e la salvaguardia del nostro Patrimonio Culturale” “L’ARTE RITROVATA – L’impegno dell’Arma dei Carabinieri per il recupero e la salvaguardia del nostro Patrimonio Culturale” “L’ARTE RITROVATA – L’impegno dell’Arma dei Carabinieri per il recupero e la salvaguardia del nostro Patrimonio Culturale” “L’ARTE RITROVATA – L’impegno dell’Arma dei Carabinieri per il recupero e la salvaguardia del nostro Patrimonio Culturale” “L’ARTE RITROVATA – L’impegno dell’Arma dei Carabinieri per il recupero e la salvaguardia del nostro Patrimonio Culturale” “L’ARTE RITROVATA – L’impegno dell’Arma dei Carabinieri per il recupero e la salvaguardia del nostro Patrimonio Culturale” “L’ARTE RITROVATA – L’impegno dell’Arma dei Carabinieri per il recupero e la salvaguardia del nostro Patrimonio Culturale” “L’ARTE RITROVATA – L’impegno dell’Arma dei Carabinieri per il recupero e la salvaguardia del nostro Patrimonio Culturale” “L’ARTE RITROVATA – L’impegno dell’Arma dei Carabinieri per il recupero e la salvaguardia del nostro Patrimonio Culturale” “L’ARTE RITROVATA – L’impegno dell’Arma dei Carabinieri per il recupero e la salvaguardia del nostro Patrimonio Culturale” “L’ARTE RITROVATA – L’impegno dell’Arma dei Carabinieri per il recupero e la salvaguardia del nostro Patrimonio Culturale”

Node Json Map Block

Mappa interattiva

Scegli eventi e i servizi nelle vicinanze

Le tue utility