Huma Bhabha - The Company | Turismo Roma
Vivere Roma, scoprire Roma
Servizi turistici e offerta culturale
060608
Il tuo viaggio su misura

Social Block

You are here

Huma Bhabha - The Company

Huma Bhabha - The Company

La galleria d’arte Gagosian ospita la prima personale romana dell’artista di origini pakistane Huma Bhabha, con nuove sculture e disegni raccolti sotto il titolo The Company.

L’artista, nata a Karachi nel 1962, ha sviluppato sin dagli anni Novanta un originale vocabolario visivo in cui confluiscono influenze disparate, dalla statuaria egizia, greca e indiana alle distopie fantascientifiche, dall’arte tribale agli album a fumetti, dai film horror al modernismo e al “pop”. I suoi assemblaggi poetici e grotteschi sono creature ibride e senza tempo che vivono sospese tra pathos e umorismo; l’approccio alla forma crudo e viscerale punta dritto al cuore delle questioni più urgenti dei nostri tempi ed esplora quelle che l’artista definisce le “preoccupazioni eterne” universali, comuni a tutte le età e culture: la guerra, il colonialismo, lo sradicamento, la nostalgia della patria. La padronanza tecnica e l’utilizzo creativo dei materiali sottolineano il carattere atemporale delle sue opere: Styrofoam, sughero, metallo, argilla e materiali di scarto sono impiegati per trasformare la figura umana in totem ghignanti, figure frammentate o installazioni post-apocalittiche, spesso accompagnate da disegni e fotografie per fondere la figurazione con l’astrazione modernista.

L’esposizione romana è in parte ispirata a “La lotteria a Babilonia”, un breve racconto di Jorge Luis Borges che descrive una società in cui ogni aspetto della vita quotidiana è affidato, in un circolo senza fine, alle estrazioni di una lotteria che dispensa ricompense e punizioni. A dettare le regole è presumibilmente la Compagnia, un organismo segreto, forse inesistente. La processione di sculture di Bhabha ne svela il potere: due grandi mani disarticolate dal corpo che sembrano fluttuare su piedistalli trasparenti, una figura seduta, numerose figure in piedi di diverse dimensioni, forse provenienti da lontani regni futuristici o da civiltà perdute. La leggerezza e la morbidezza del sughero e dello Styrofoam permettono a Bhabha di scolpire in maniera rapida e spontanea senza rifiniture: il processo scultoreo diventa così una sorta di flusso di coscienza dal quale emergono mostri alieni, divinità della fertilità e kouroi greci. I visi delle sculture, in sorprendenti colori pastello, sono simili a maschere, maestosi e conturbanti allo stesso tempo. Con i loro lineamenti folli da cartone animato sembrano sia prendere in giro sia mettere in guardia, testimoni muti di apocalissi possibili, dell’orgoglio e del potere umano, della venerazione e dell’iconoclastia.
Nei disegni di grande formato di Bhabha, figure umane e non umane abitano lo spazio condiviso da fotografia, collage e gesti pittorici: i loro visi eterogenei e le forme indistinte sembrano infestare paesaggi, strade cittadine e siti architettonici. In uno di questi, un arco blu e beige interferisce su una fotografia che Bhabha ha scattato a Roma, ai Musei Capitolini, a un’antica statua di un cane, con due kouroi bianchi che incombono sullo sfondo.

 

Huma Bhabha è nata nel 1962 a Karachi, Pakistan, vive e lavora a Poughkeepsie, New York. I suoi lavori sono inclusi nelle collezioni del Museum of Modern Art e del Metropolitan Museum of Art di New York, del Centre Georges Pompidou a Parigi, del Museum of Fine Arts di Houston e della Collezione Maramotti a Reggio Emilia. Tra le più recenti mostre istituzionali si annoverano Players, Collezione Maramotti, Reggio Emilia, Italia (2012); Unnatural Histories, MoMA PS1, New York (2012-2012); We Come in Peace, Roof Garden Commission, Metropolitan Museum of Art, New York (2018); e They Live, Institute of Contemporary Art, Boston (2019). Bhabha ha partecipato alle mostre Intense Proximity, La Triennale, Parigi (2012); All the World’s Futures, LVI Biennale di Venezia (2015); e al 57th Carnegie International, Carnegie Museum of Art, Pittsburgh, PA (2018).
 

Informazioni

Quando 
dal 19 Settembre 2019 al 14 Dicembre 2019
POINT (12.485871 41.90469)
Contatti 
Sito web: 
https://gagosian.com/exhibitions/2019/huma-bhabha-the-company/
Orari 

Da giovedì 19 settembre a sabato 14 dicembre 2019
da martedi a venerdì dalle ore 10.30 - 19.00

Inaugurazione: giovedì 19 settembre ore 18:00 - 20:00

Giorni di chiusura 
Domenica, Sabato
Share Condividi

Location

Huma Bhabha, Via Francesco Crispi, 16
Via Francesco Crispi, 16
41° 54' 16.884" N, 12° 29' 9.1356" E

Media gallery

Node Json Map Block

Mappa interattiva

Scegli eventi e i servizi nelle vicinanze

Le tue utility